La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

I presupposti operativi
della Formazione Umana Globale

 

 

I ruoli non esistono, le persone sì

Un essere umano non si esaurisce in un ruolo o in una funzione.
Enunciare "cosa una persona fa" non spiega "cosa è". Non spiega chi è.
Nella realtà reale non esistono manager, venditori, clienti, collaboratori, dirigenti, addetti, operatori, impiegati, fornitori... ma solo persone.
Non si può entrare in rapporto con "un collaboratore" o con "un cliente", ma solo con una persona, di volta in volta diversa, unica e irripetibile.
E l'efficacia - l'efficacia vera - non viene dal sapere "come si tratta un cliente" o "come si motiva un collaboratore", bensì dalla capacità di scoprire chi è realmente quella persona che chiamo "cliente" o "collaboratore".
Ecco perché trovare le persone che stanno dentro ai ruoli è il primo presupposto della Formazione Umana.

 


Sono le persone ad essere efficaci, non le tecniche

La spada più affilata è del tutto inutile se la mano che la impugna non è ferma, se la mente che guida la mano non è forte, se lo spirito che sostiene la mente non è saldo.
E così ogni strategia, dalla più elementare alla più raffinata, non ha alcuna speranza di efficacia se chi la deve mettere in pratica non ha prima sviluppato le necessarie competenze umane:
- competenza dinamica, e cioè la capacità di indirizzare e gestire volontariamente le proprie energie e le proprie risorse
- competenza relazionale, che coincide con la capacità di entrare in rapporto con se stesso e con gli altri
- competenza etica, che corrisponde alla capacità di conoscere il proprio sistema di valori e di sintonizzarsi con questo
- competenza esistenziale, e cioè la capacità di riconoscere e trattare il lavoro come un'occasione di crescita e di sviluppo umano e interiore

 


Per cambiare non basta capire: occorre fare

Se per tutto ciò che riguarda il nostro corpo fisico – dal body building alla dieta o a una qualsiasi disciplina sportiva – il valore dell’esercizio è fuori discussione, e nessuno si aspetterebbe di ottenere il minimo effetto attraverso la sola comprensione teorica, le cose cambiano radicalmente per tutto ciò che riguarda la mente, le abilità mentali e la gran parte dei comportamenti che la mente stessa contribuisce a regolare.
Qui infatti la conoscenza del “come si fa” sembra acquisire un valore centrale o addirittura esclusivo.
Che si tratti di una tecnica di vendita o di una qualsiasi strategia comportamentale, è il know-how a farla da padrone assoluto, e il suo possesso è considerato condizione sufficiente per realizzarne le potenzialità: acquisire la tecnica, comprenderne in modo sufficiente i modi di attuazione e poi semplicemente metterla in pratica per ottenere i risultati.
Ma purtroppo non funziona così.
Anche per cambiare occorrono "muscoli": mentali, emotivi, esistenziali, spirituali.
E ogni muscolo, per svilupparsi, ha bisogno di allenamento.
In altre parole: occorre esercizio.
Come per una qualsiasi abilità che coinvolga il corpo fisico, né più né meno.
Non basta capire. Nemmeno capire a fondo.
Non basta sapere come si fa, e nemmeno aver provato a farlo: solo un allenamento corretto e costante è garanzia di efficacia.